certificazioni ecostrade

Sanificazione ambientale? Ci pensa ECOSTRADE ITALIA: "Pronti, Partenza e Via. Siete in buone mani"

La fase 2 è arrivata e una delle prime cose da fare è sanificare i propri ambienti. I locali che ospitano il pubblico,gli uffici in cui il numero dei dipendenti è relativamente ridotto,non possono assolutamente tralasciare questo importante dettaglio,ne va della salute di imprenditori,lavoratori e clienti.

  • Disinfezione,sanificazioni per enti pubblici e privati comprendendo anche i mezzi di trasporto (camion, furgoni, autobus, ecc)
  • Disinfezione e sanificazioni di strada, marciapiedi, piazze

Gli interventi di sanificazione e disinfezione sono effettuati da personale formato con corsi specifici, utilizzando attrezzature all'avanguardia e prodotti P.M.C, registrati al ministero della salute. Inoltre, ECOSTRADE ITALIA rilascia report di sanificazione certificata. Molto spesso si tende ad utilizzare il termine sanificazione ambientale confondendolo con altri interventi quali la pulizia o la disinfezione. In realtà non sono da concepire come dei sinonimi.
Con il termine pulizia si indica l’insieme delle operazioni volte a eliminare lo sporco visibile come la polvere, le macchie, i corpi estranei, i rifiuti e i cattivi odori. La pulizia è un intervento che si ottiene con operazioni di lavaggio approfondito e con l’ausilio di detergenti. Una volta effettuata conferisce l’aumento immediato del valore igienico ed estetico di un luogo.
Per disinfezione si intende lo step successivo alla pulizia che ha l’obiettivo di ridurre al massimo la carica di microrganismi, anche patogeni. Viene effettuata in un ambiente circoscritto e con l’ausilio di detergenti disinfettanti o altri sistemi di disinfezione ambientale.
Ci sono dei casi in cui però occorre effettuare per legge, e per la sicurezza della comunità, un intervento più approfondito sugli ambienti. In alcune circostanze la sanificazione e sterilizzazione si applicano di pari passo per agire in modo massivo su ogni forma vitale vegetativa, spore e virus.

A partire dal 2020, ECOSTRADE ITALIA è associata con l’Associazione Imprese di Disinfestazione Professionali Italiane (A.I.D.P.I.) che rappresenta le Imprese operanti nel settore della Disinfestazione e Derattizzazione, con il compito di portare le esigenze di categoria all’attenzione delle Pubbliche Amministrazioni e delle attività private nel campo dell’igiene ambientale, sia a livello nazionale che locale, con particolare riferimento agli organi Governativi e Regionali della Sanità Pubblica.

A cosa serve la sanificazione ambientale?

La sanificazione ambientale è un’operazione mirata ad eliminare a fondo qualsiasi batterio ed agente contaminante che, con le comuni pulizie e detersioni, non è possibile rimuovere. Ha come fine quello di riportare la carica microbica e virale entro degli standard igienici ottimali. Nella sanificazione degli ambienti sono effettuate non solo la pulizia e la disinfezione, ma se è il caso anche la disinfestazione e derattizzazione. Le due pratiche sono volte ad eliminare per lo più parassiti e animali infestanti. Rientrano nella sanificazione degli ambienti anche gli interventi atti a ristabilire il microclima adeguato indoor e outdoor (temperatura, ventilazione, grado di umidità relativa, presenza di polveri, etc…)

Quando si deve effettuare la sanificazione ambientale?

È bene sottolineare che sarebbe meglio effettuare la sanificazione ambientale non solo in modo straordinario, ma concepirla come un'attività ordinaria sia per rispettare le imposizioni delle leggi vigenti, sia per poter tutelare al meglio la salute del prossimo. Gran parte della popolazione trascorre circa l’85% del tempo in luoghi chiusi come uffici, scuole, case e palestre. Non ci accorgiamo però che spesso l’aria che respiriamo negli ambienti è contaminata a causa degli impianti di aerazione che non sono correttamente puliti.

Non vi è quindi un momento corretto per effettuare la sanificazione ambientale: è corretto che essa sia costante, sia in inverno che in estate. Dobbiamo sapere, ed esigere in quanto lavoratori o fruitori, che in molti ambienti come uffici, impianti del settore alimentare, strutture ricettive e sanitarie e scuole non ci si possa limitare alla pulizia ordinaria ma bisogna puntare sempre a rendere i luoghi salubri e privi di rischi di contaminazione.